DPV Stories | Riflettori
puntati su Sara, Innovation
HUB Specialist.

autore Redazione | DPV
categoria Human to Human
pubblicato il 28 agosto 2018

Memoria fotografica e curiosità sono le armi segrete che le consentono di escogitare sempre nuovi metodi per risolvere i problemi. Parliamo di Sara, Innovation HUB Specialist. Ecco cosa ci ha raccontato nella sua intervista.

Innovation HUB Specialist | Field Marketing | DPV StoriesPresentati. Mi chiamo Sara e lavoro in DPV dal 2015: prima come assistente Client Service Manager per la Cosmesi di Lusso presso la sede di Milano e, da due anni, come Innovation HUB Specialist a Torino.

In foto ti vediamo con un quaderno fitto fitto di scritte. Ci racconti cosa rappresenta? È una parte di me. Fin da piccola ho sentito la necessità di prendere tantissimi appunti, su qualsiasi cosa mi venisse detta o insegnata. Mi aiutava e mi aiuta a ricordare le informazioni importanti. Ed è una cosa che faccio anche oggi costantemente nel mio lavoro.

Com’è nata questa tua abitudine? Credo sia strettamente legata alla mia curiosità, da sempre faccio mille domande. Non mi accontento della superficie e cerco di andare in profondità per comprendere al meglio l’argomento o la situazione.

Cosa ti ha insegnato questa tua caratteristica? Ad affrontare la realtà con sguardo attento, ad approfondire il più possibile ogni tema alla ricerca continua di informazioni e di nuovi metodi per rispondere alle esigenze più svariate.

Passando al tuo lavoro, qual è l’elemento che più ti piace? Il fatto di avere sempre la possibilità di cambiare in meglio, e poi il lavorare con persone che ti ascoltano e che ti mettono nelle condizioni di crescere, anche di sbagliare ma di imparare dai tuoi errori. Non sono mai questi ultimi a definirti piuttosto sei sempre spinta a capire perché c’è stato lo sbaglio e a trovare il modo di correggere in autonomia.

Cosa pensi faccia la differenza nel lavoro? L’amare quello che si fa, tutto diventa più gestibile e sopportabile se è un qualcosa che ti piace. E poi la curiosità che si traduce nel fare domande, nel voler trovare sempre il modo per fare le cose in maniera diversa.

Un ricordo lavorativo a cui sei legata? Non ne ho solo uno ma tanti. Ho iniziato come stagista e ho cambiato molte volte tipo di attività ma ho amato ognuno di essi. Soprattutto perché ciascuno è stato, a suo modo, un’occasione di crescita. In definitiva, DPV mi ha fatto diventare “grande” come ripete spesso mia mamma.

Ti è piaciuta la storia di Sara, Innovation HUB Specialist? Leggi le altre DPV Stories: Raffaella, Carlo, Marco, Luca, Emanuela, Valentina, Sonia, Daniele, Francesca ed Emiliano ti aspettano.

Questo articolo è stato scritto da

Redazione | DPV

News e aggiornamenti sul mondo del Retail Marketing. Hai domande o segnalazioni in merito agli articoli? Scrivi a comunicazione[at]dpv.it